Contenuto Principale
Lunedì, 15 Giugno 2015

Abbasso i re e gli imperatori In evidenza

Postato da  
Vota questo articolo
(0 Voti)
Abbasso i re e gli imperatori

Le democrazie del mondo che conta o che pensa di essere tale, sono rette da re ad eccezione di una che ha un imperatore: gli USA.

Tuttavia quest’imperatore posto sullo scranno non dai cittadini, ma da grandi elettori al servizio di grandi feudatari, ha una caratteristica peculiare: non conta nulla e come lui, oggi, grazie alla UE anche i re-ggenti degli stati componenti il club del G7.

Comparse, solo comparse nelle mani di multinazionali della finanza, della sopraffazione e del raggiro economico, i cui principali azionisti sono alcune centinaia di persone prevalentemente ottuagenarie, anch’esse caratterizzate da un comune denominatore: l’assenza di demenza senile e l’irrefrenabile bramosia di potere e di denaro.

Sono gli stessi provenienti più o meno dalle stesse famiglie da oltre 150 anni. Guerrafondai, arricchiti sulla pelle di uomini e donne del pianeta, utilizzando, secondo bisogno idealisti e cialtroni, promuovendo rivoluzioni o repressioni feroci delle più elementari libertà personali.

Ora però proprio quando il mondo era pressoché completamente nelle loro mani, grazie alla piaggeria delle solite nullità di tutti i tempi, elevate a celebrità della politica, della finanza, della scienza, della cultura, dello spettacolo e del giornalismo mondiali, qualcosa non sta funzionando.

L’imprevedibile imprevisto ha colpito ancora e la loro rabbia monta. Buon per noi, per coloro che non sanno, non vedono, non capiscono, ma sentono. Sentono, perché i calci nel sedere li avvertono distintamente tutti, ed ormai è diffuso il sentimento che quest’Italia sia l’ultima provincia dell’impero, dove per vivere occorre essere invisibili o collusi con i cialtroni.

Abbasso i re, il loro imperatore e tutti i feudatari con i loro scherani!

 

Mirco Cattani

Letto 812 volte

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • Wikipedia è libera?
    Scritto da
    Wikipedia è il primo risultato che oggi Google offre, su ogni argomento dello scibile umano. Indubitabile la sua importanza, specie quando emerge che nelle redazioni di molti giornali quando serve scrivere una nota biografica in morte di qualche personaggio famoso, la prima fonte utilizzata sia proprio Wikipedia e lo stesso avvenga in molte segreterie di primarie società, quando abbisogna arricchire con un riferimento storico una lettera importante. Neppure gli studenti, anche i più volonterosi, disdegnano il ricorso a Wikipedia, in luogo della Treccani, sempre più relegata a fare bella mostra negli scaffali del salotto che ad essere utilizzata per la…
    Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto