Contenuto Principale
%PM, %21 %689 %2014

"L'attuale Amministrazione, prima di governare, deve fare le pulizie". Lettera di un cittadino di Pergine.

Postato da  

Riceviamo e pubblichiamo la lettera pervenutaci da un cittadino di Pergine:

 

Ho letto tempo fa un articoletto in cronaca di Pergine, nel quale il sig. Tasin, che si qualifica esponente del psi perginese, rivolgendo un appello alle attuali opposizioni consiliari, scrive di «costruire per il bene di Pergine. Costruire dopo l’inerzia dell’ultimo anno di amministrazione...». Quando si esprime un giudizio, ciò dovrebbe essere fatto, anche in campagna elettorale in corso o futura, considerando l’onestà intellettuale un fattore irrinunciabile. Devo quindi manifestare il mio totale dissenso da quanto espresso da questo giovane esponente politico. Lo faccio da perginese residente nella casa dove è nato da tre quarti di secolo. Ma anche da osservatore dei fatti, pur essendo stato “assente” dalla politica attiva perginese per ragioni professionali. Non avevo mai conosciuto il signor Roberto Oss Emer, attuale sindaco, anzi ne ignoravo pure l’esistenza, anche se conoscevo da anni i suoi genitori ed in particolare l’attività e l’altruismo della madre. In compenso avevo cognizione dello “stato dell’arte” nell’amministrazione Comunale di Pergine. In breve, anche se la signora Daniela Casagrande non lo avesse adeguatamente informato, l’attuale sindaco è probabile che, entrando in Comune, possa essersi trovato metaforicamente come Ercole quando si accinse a varcare la soglia delle stalle di Augìa.

Non credo abbia espresso nessuna recriminazione, forse in qualche momento si sarà scoraggiato, ma sta procedendo nel suo lavoro, assieme ai suoi assessori, con metodo e serietà. Non credo aspirino ad altre scalate di potere. Penso che alla fine il loro maggior premio possa essere quello che Primo Levi, dopo quanto ci narrò nelle sue memorie del lager di Auschwitz, scrivendo il bel libro di racconti «La chiave a stella», chiamava la soddisfazione del «lavoro ben fatto». Di ciò, da parte dei consenzienti, ma anche dagli oppositori intellettualmente onesti, va preso atto.

Delle elucubrazioni che portano a schieramenti di partiti più o meno affini per arrivare ad ottenere in qualche modo una maggioranza, non credo interessi a molti. Penso che i perginesi si sentano cittadini e tali pretendano di essere considerati, come avviene da un anno a questa parte nel nostro paese, e sperano che così continui ad essere.

 

Claudio Garbari

Pergine, 18 settembre 2014

 

 

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • Dietro le quinte librarie: ciò che non svela uno "schiavo letterario”
    Scritto da
    Non è un segreto che molti libri di famosi autori siano stati scritti da un'intera squadra di scrittori a pagamento, i quali sotto la benedizione di Dumas-padre furono battezzati "nègre littéraire". La loro professione gli obbliga a celare il proprio nome, ma un fantasma del pennino che si nasconde dietro le iniziali K.V. ha raccontato a La Voce della Russia la propria vita.
    Leggi tutto...

Redattore

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto