Contenuto Principale
Super User

Super User

FBI NASCONDE LE PROVE CHE OBAMA HA SPIATO TRUMP. ECCOLE.

Nessuna presa d’atto dei mainstream sulla notizia che abbiamo dato  ieri:

“Devin Nunes, il presidente della Commissione Intelligence della Camera bassa, ha detto alla stampa: sì, la “comunità d’intelligence” ha raccolto “incidentalmente” telefonate e messaggi. Sì,”membri del transition team di Donal Trump, e possibilmente Trump stesso, sono stati sotto sorveglianza durante l’amministrazione Obama, dopo  l’elezione di novembre”.  Sono stati “monitorati” ma durante una “raccolta incidentale” di dati. Però è stato tutto “legale”.

MAFIA ESERCITO DELLA C.I.A., SPUNTANO LE PROVE

di   Giuseppe Barcellona

Nel 1942 la guerra pendeva dalla parte dei nazifascisti, il presidente degli Stati Uniti Franklin Delano Roosevelt non dormiva sogni tranquilli; i sottomarini di Hitler erano appostati poco fuori la baia di Hudson pronti a silurare qualunque convoglio che dall’America partisse a sostegno degli alleati d’oltreoceano, i cittadini della grande mela osservavano preoccupati l’ammasso di ferraglia e residui oleosi che si estendeva lungo tutta la baia, testimonianza dell’efficacia militare dei nazisti probabilmente supportati da un’efficace rete di spionaggio di immigrati tedeschi e soprattutto italiani, specie quelli di origine siciliana che avevano in mano la flottiglia di pescatori del porto.

%PM, %21 %578 %2017 %13:%Mar

Quel Fesso di Papà

Quel Fesso di Papà

In principio era il Padre, alla fine è rimasto il bignè di San Giuseppe. Oggi è la festa del papà, doppiamente ridicola e surreale. Ridicola come tutte le feste di genere astratto, dedicata alla mamma e agli innamorati, al gatto e alla donna, al bambino e al gay.

%PM, %20 %591 %2017 %14:%Mar

L’Italia primatista mondiale

L’Italia primatista mondiale

Avete presente quella cosa lì chiamata Italia? Fa acqua da tutte le parti e non solo perché è una penisola. Ma tutto di questo paese non va: la politica, l’economia, la bioetica, l giustizia, l’ordine pubblico, il fisco, perfino l’anagrafe e la demografia, considerata la prevalenza record di vecchi e di morti sui nati e sui giovani.

Monsanto perde milioni di dollari in India: gli agricoltori riutilizzano le sementi autoctone

La società è stata collegata alla morte di 300.000 agricoltori.

di L.M.P.I

Dopo aver spinto illegalmente nel mercato una forma di cotone OGM, in India e in Africa oltre 10 anni fa, la società agrochimica Monsanto oggi sta ora perdendo milioni di dollari poiché gli agricoltori ora piantano le proprie sementi. In passato, la Monsanto è stata accusata di non rispettare le leggi e addirittura farle riscrivere a proprio favore “ungendo” qualche politico, al fine di entrare nel mercato indiano.

PROVOCANO L’INSURREZIONE. SONO COSI’ CIECHI?

Probabilmente avrete già letto che  a Marine Le Pen è stata tolta l’immunità parlamentare.   Dal parlamento europeo, a larga maggioranza. “ La richiesta di revoca era arrivata dalla giustizia francese, che vuole perseguire la candidata dell’estrema destra alle presidenziali per aver pubblicato su Twitter le immagini di tre esecuzioni dell’Isis nel 2015, tra cui quella del giornalista statunitense James Foley”.

Distruzione della Famiglia tradizionale: l’obiettivo dei Globalisti

di  Luciano Lago

Con una sentenza che ha determinato una svolta nel sistema del riconoscimento di paternità, il 23 Febbraio di quest’anno, la Corte d’appello di Trento ha sdoganato l’utero in affitto per adozione a favore parte di una coppia gay – costituendo questo una prima volta ed un caso di giurisprudenza “innovativa” – l’adozione omosessuale che era fuori dalla porta principale dell’ordinamento (art. 268/249  C.C.) rientra dalla finestra di un provvedimento di giurisprudenza.

%PM, %01 %658 %2017 %15:%Mar

“ROTTAMATORI” E MARTIRI

“ROTTAMATORI” E MARTIRI
Quando si affacciò al palcoscenico del teatrino della politica italiota, il Renzi, creato dal nulla, si auto proclamò “rottamatore”. Sono malignamente convinto che l’aggettivo non sia stata farina del suo sacco, ma parola individuata a tavolino dai maghi della comunicazione, dagli esperti di marketing, dalle teste d’uovo dei media. 
%AM, %27 %456 %2017 %10:%Feb

Contro ogni probabilità

Contro ogni probabilità

DI ISRAEL SHAMIR

unz.org

Il grasso faccione di Michael Moore appare sempre indecente, come i genitali di uno di mezza età. Quello sciatto ciccione farebbe marciare le vecchie babbione anche senza il “pussyhat” (cappello rosa con orecchie da gatto, simbolo della protesta contro Trump – ndt). Basta la sua faccia. Sembra proprio George Soros: la stessa oscena Femminuccia.

Fake news: ecco a voi la censura perfetta! Il Grande Fratello sferra l’ultimo attacco

Ecco i paladini delle libertà, di stampa nella fattispecie del caso,ovvero  i sottofirmatari della proposta di legge che toglierebbe dagli imbarazzati piedi della stampa di regime i molti siti e blog che si sforzano di fare informazione e che, preoccupantemente, per i “democratici” difensori della verità come l’integerrima “presidenta” della camera, diffondono Fake News (per i colti, non cultori dell’esperanto inglese imposto) notizie false.

Tra i “prestigiosi nomi”, spiccano due eletti con i voti raccolti nella nostra provincia. Un contributo importante del Trentino alla Nazione:

Franco Panizza e Sergio Divina.

Ammirateli.

La Redazione  

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • L’efficienza del Trentino
    Scritto da
    In questa fase della campagna elettorale per i rinnovi dei consigli comunali, i vertici della politica trentina percorrono le valli del territorio esprimendo, negli incontri con gli elettori, preoccupazione sulle sorti dell’autonomia. Autonomia che, secondo loro, sarebbe forse meno a rischio, se il voto potesse convergere verso una determinata parte politica: quella che oggi è al governo a Roma. I reiterati tagli alle contribuzioni di denari provenienti da Roma, hanno sensibilmente ridotto la pioggia di interventi a cui, il non più sobrio trentino, era da anni abituato.
    Leggi tutto...

Redattore

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto