Contenuto Principale
%PM, %07 %593 %2014

Canale: inaugurazione del nuovo complesso scolastico e polifunzionale.

Postato da  

Oggi ho trovato un luogo in cui vale la pena vivere.

Venerdì 5 settembre 2014 il sindaco Roberto Oss Emer taglia il nastro di quella struttura polifunzionale che la comunità di Canale ha recriminato per decenni.

Dopo il simbolico taglio del nastro ci siamo trasferiti nella nuova palestra dove il parroco Don Cristian Moltrer ha benedetto l’opera secondo consuetudine e crismi cristiani. Poco importa se tra qualche anno qualcuno solleverà questioni sulla presenza dei simboli religiosi che l’hanno benedetta. Oggi è un giorno di festa.

In una palestra gremita dagli abitanti di Canale erano presenti sul palco il Sindaco Roberto Oss Emer, il Presidente del Consiglio Regionale Diego Moltrer, l’assessore provinciale Michele Dallapiccola, il Consigliere Luca Zeni, il dirigente scolastico Gianfranco Pedrinolli e la vicepresidente della Comunità di Valle Michela Parisi oltre ai “padroni di casa”: il presidente dell’ACS Canale Fabio Pergher ed il fiduciario Luciano Biasi. Presente anche il dirigente comunale Luca Paoli che ha illustrato le caratteristiche dell’opera.

Un’opera avviata col primo bando europeo del Comune di Pergine Valsugana. Un’opera di “progettazione partecipata” in cui si è fatto tesoro dei consigli di chi utilizzerà gli spazi a loro destinati. Nel suo commosso intervento il presidente dell’ACS Canale Fabio Pergher ha ricordato come “… tutte le nostre indicazioni ed osservazioni, fatte nelle innumerevoli riunioni, sono state interamente accolte”.

La nuova opera (di 11.600 mc) si sviluppa su una superficie coperta di 1.100 mq (600 mq per ogni piano), che si accorpa alla struttura preesistente. La palestra è di circa 400 mq..

L’edificio è concepito con moderni impianti geotermici ed isolamenti, che permetteranno un notevole risparmio dei futuri oneri di gestione.

L’edificio è strutturato in parte per ospitare le funzioni attinenti all’ambito scolastico (mensa, cucina, palestra, spogliatoi e alcuni depositi) ed in parte per la comunità, con sale per ospitare le associazioni, una sala polifunzionale, un ambulatorio medico, oltre a locali allestiti a cucina e servizi igienici con accesso esterno per le iniziative dell’associazione culturale. Il piano interrato è destinato ad autorimessa e deposito.

Il dirigente scolastico Gianfranco Pedrinolli, valutando positivamente tutto il complesso, ha dato particolare risalto alla presenza della mensa scolastica, che permetterà alla scuola di preparare i pasti in loco senza dover ricorrere a forniture esterne, con evidenti vantaggi sulla qualità e fragranza del cibo servito.

Fabio Pergher, presidente della Acs Canale, ha ricordato commosso tutte le persone che con lui hanno lottato e lavorato per la realizzazione del complesso, sottolineando che si è tagliato il nastro di un’opera che sarà la casa di tutte quelle persone che vorranno impegnarsi nel sociale.

Il Sindaco di Pergine Roberto Oss Emer ha evidenziato che la sua Amministrazione ha portato a compimento un’opera iniziata dai precedenti sindaci Anderle e Corradi ai quali, doverosamente, ha rivolto il ringraziamento a nome della collettività.

Infine, un ringraziamento particolare è stato rivolto dal Sindaco a tutti coloro che hanno reso possibile l’ampliamento dell’edificio, per offrire maggiori spazi sia alla scuola che alla popolazione di Canale. Decine di volontari, che hanno donato il loro tempo impegnandosi attivamente nei lavori di rifinitura, ma non solo. Un contributo, quello offerto dall’associazione che, nell’attuale carenza di risorse economiche, ha fornito sinergie indispensabili.

Posso quindi affermare di aver assistito ad una Festa ed incontrato una comunità di persone impegnate. Giovani ed anziani disposti a lavorare assieme. Una comunità in cui il “cambio” generazionale sembra assicurato. Una comunità viva, che con quest’opera potrà anche vivere meglio.

 

Michele Fedel

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2 commenti

  • Link al commento Cinzia Albertini %PM, %11 %901 %2014 %21:%Nov inviato da Cinzia Albertini

    Gentilissimo sig. Pergher,
    la ringrazio per la sua cortese segnalazione. Ho provveduto immediatamente ad apportare la rettifica da Lei indicata.
    Siamo un'associazione culturale costituita da perginesi che tentano di dare notizie di approfondimento sulle vicende politiche locali, allargando lo sguardo a temi di carattere nazionale, nell'intento di dare spazio a quella coscienza critica dei cittadini che oggi è un po' latitante.
    Siamo quindi contenti del Suo contributo, come di quello di altri lettori.
    Qualora Lei abbia piacere di far pubblicare qualche articolo, saremo lieti di dare adeguato spazio, essendo PergineVox un giornale fatto dai cittadini.
    Un cordiale saluto
    Cinzia Albertini

  • Link al commento Pergher Fabio %AM, %11 %489 %2014 %11:%Nov inviato da Pergher Fabio

    Gentili Signori,
    premetto che non ero a conoscenza del sito di PergineVOX e oggi sono entrato in esso per puro caso.
    Ho trovato davvero interessante diversi articoli o post di cittadini comuni.
    Poi, sempre per puro caso, ho trovato e letto l'articolo scritto dal Signor Michele Fedel riguardante il nuovo complesso scolastico e polifunzionale di Canale.
    Ringrazio di cuore lo stesore dell'articolo che con le sue parole ha reso merito a tutta la mia comunità. Avendo riscontrato un piccolo errore nel nominare le persone, chiedo gentilmente di correggere l'articolo la dove scrive: "il Fiduciario FABIO BEBER". Preciso che il Fiduciario si chiama LUCIANO BIASI ed è anch'esso uno dei promotori dell'opera. Tornerò sul vostro sito e se troverò la modifica che vi ho suggerito, provvederò a divulgare l'indirizzo del sito ed in particolare dell'articolo.
    Grazie ancora.
    Fabio Pergher (pres. ACS Canale)

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • 2017 fuga da New York
    Scritto da
    “1997 fuga da New York” è un film di John Carpenter, girato nel 1981. Si ipotizza che nel 1988 il centro della capitale degli affari americani sia stato ridotto ad un carcere a cielo aperto, delimitato da una cinta muraria alta 15 metri. Impossibilitato a gestire l’ordine pubblico nella città, lo stato l’ha resa un bagno penale, gestito dagli stessi detenuti. Baltimora, 600.000 abitanti, aprile 2015. Imponenti e violenti scontri per le strade della città tra cittadini e guardia nazionale intervenuta a sedare i disordini, occupano la scena della cronaca USA dell’ultima settimana. Una rivolta che si aggiunge a quelle…
    Leggi tutto...

Redattore

Utenti online

Abbiamo 140 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto