Contenuto Principale
%PM, %14 %853 %2014

Consiglio Comunale del 16 e 17 Settembre 2014: Gli abitanti di Pergine sono figli di un Ugo minore?

Postato da  

La seduta del consiglio viene sospesa, su sollecitazione del Consigliere Daniele Lazzeri, per un necessario conferimento coi capigruppo al fine di modificare l’ordine del giorno presentato dal PD riguardante la viabilità di via dell’Angi, nella frazione di Canale.

Ma ecco i fatti nel loro ordine:

la consigliera Marina Taffara, esponente del PD, presenta al consiglio un’interrogazione in merito alla viabilità di via dell’Angi, a Canale, strada che per propria conformazione si presta ad essere percorsa ad alta velocità.

Risponde il sindaco affermando che sono in fase di osservazione, a livello di Pum, una serie di vie nelle quali indurre gli automobilisti a ridurre la velocità di percorrenza a 30 kmh. Tra queste è inclusa anche la via menzionata.

“… Il progetto approvato, peraltro ancora alcuni anni fa, non prevedeva dispositivi di nessun genere, anche perché probabilmente non è usuale farlo, ma da parte nostra è stata data disposizione agli uffici tecnici ed al cantiere comunale di acquistare e di posizionare su alcune strade, quali a titolo puramente esemplificativo, via Marconi e via dell’Angi, dei dissuasori per limitare la velocità. E’ evidente che tali elementi potrebbero essere danneggiati durante la fase di sgombero neve, ma si ritiene doveroso sostenere tale onere per una maggiore sicurezza ed incolumità dei cittadini.

Su sollecitazione di cittadini abitanti sia nel centro che nelle frazioni, nel prossimo bilancio sarà previsto un capitolo per l’acquisto di altre colonnine speed check, che costituiscono un deterrente formidabile per la velocità.

Tuttavia, si auspica che il senso civico ed il rispetto del codice della strada siano preponderanti rispetto ai metodi dissuasivi e coercitivi.”

La discussione si sposta sul progetto del sottopasso Rastel. La consigliera Taffara rilancia un argomento trattato circa due mesi prima, evidenziando come la realizzazione del sottopasso non sia più prorogabile. Il rischio di investimento dei pedoni che attraversano la statale è alto e ricorda che, a fronte di tre differenti soluzioni progettuali, ne era stata individuata una economicamente sostenibile.

Il Sindaco Roberto Oss Emer ricorda che nell’elenco delle opere pubbliche della Provincia Autonoma di Trento stilato nel 2013 quel progetto, assieme alla realizzazione del marciapiede di Madrano ed alla bretella di accesso all’abitato di Nogaré era stato programmato. Lo stesso Alberto Pacher aveva a suo tempo dato precise garanzie, circa la realizzazione d’interventi anche da egli ritenuti indifferibili. Peraltro, nel corso dell’incontro avvenuto il 7 aprile scorso con l’assessore provinciale Gilmozzi, i finanziamenti per i lavori sopra citati sembravano garantiti, includendo (a parole) anche il posizionamento delle barriere antirumore per Pergine Centro. Spiace ora comunicare alla popolazione che tali opere, non sono presenti nelle previsioni di bilancio della Provincia.

La sensazione che si avverte è che la Provincia Autonoma di Trento, non abbia le risorse necessarie a mantenere gli impegni assunti in campagna elettorale e che, quindi, razionalizzi gli interventi.

Segue un dibattito in cui, entrambi gli schieramenti, lamentano la scarsa attenzione che la PAT dà al terzo Comune del Trentino: la città di Pergine Valsugana.

Interviene il consigliere Daniele Lazzeri: “Pergine per l’ennesima volta è figlia di un “UGO minore”. I nostri concittadini non merito questo trattamento.” Viene quindi proposta la sospensione dei lavori citata all’inizio. Sospensione, che permette la riscrittura dell’ordine del giorno di apertura dei lavori del Consiglio.

Il Consiglio Comunale chiede che il Sindaco si impegni ed operi presso gli organi provinciali, affinché almeno le opere precedentemente già finanziate siano al più presto programmate (recuperando i fondi precedentemente stanziati) ed individua nelle opere del sottopasso del Rastel, del marciapiede di Madrano, della messa in sicurezza dell’incrocio a Costasavina, delle barriere antirumore a Pergine Centro, dell’opera al Dos de la Roda e nella progettazione della bretella di Nogaré le più urgenti, chiedendo al Sindaco di riferire al Consiglio stesso.

L’ordine del giorno, così modificato, è approvato all’unanimità.

 

Michele Fedel

 

 

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • Scelte alimentari non autorizzate
    Scritto da
    Titolo: Scelte alimentari non autorizzate. Dai cibi di distruzione di massa a una nuova cultura agroalimentare. Autore: Marco Pizzuti Editore: Il Punto d’Incontro. "Ogni volta che entriamo in un supermercato possiamo fare la nostra parte smettendo di finanziare il business del cibo spazzatura e scegliendo alimenti sani. L'avanzata del cibo industriale sembra inarrestabile, perché gli interessi economici derivati dalla sua commercializzazione sono enormi. Anche se le norme italiane in materia alimentare sono tra le più severe, l'adesione dell'Unione Europea al nuovo trattato internazionale denominato TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership) sta per consentire l'ingresso dei prodotti made in USA, che…
    Leggi tutto...

Redattore

Utenti online

Abbiamo 53 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto