Contenuto Principale
%PM, %21 %620 %2015

LA QUESTUA CONTINUA…

Postato da  
LA QUESTUA CONTINUA…

Dopo il business delle rimozioni, di cui abbiamo dato conto alcuni giorni or sono, ecco apparire all’orizzonte un nuovo escamotage per rimpinguare le casse comunali, mediante le sanzioni agli automobilisti.

Nel narrare le vicissitudini occorse ad alcuni “autovisitatori” della città nello scorso fine settimana, attribuivamo la solerzia dei Vigili Urbani all’incremento della loro presenza, connessa allo svolgimento di manifestazioni pubbliche. Constatiamo invece come la solerzia infusa nel servizio, abbia ben più alta ispirazione. Come si dice: a pensare male si sbaglia, ma a volte s’azzecca.

Da lunedì scorso 14 c.m., l’Amministrazione Comunale ha trasformato i parcheggi siti in via Spolverine (di fronte alla Pasticceria Laner) da liberi a disco orario.

Questa operazione è stata eseguita di buon mattino e già nel pomeriggio erano state multate diverse autovetture sprovviste del provvidenziale disco per l’orario di sosta.

E’ indubbio che i cartelli debbano essere letti, ma gli automobilisti vittime delle sanzioni comminate dagli ineffabili Vigili, appartenevano alla categoria degli umani, ovvero di coloro che avendo adottato per anni una determinata abitudine, non osservano con la necessaria attenzione quanto impresso sui nuovi cartelli di segnaletica, specie quando questi sono installati in aree dove essi, per anni, hanno diligentemente fatto sostare il proprio autoveicolo.

Certo, si potrà dire che l’Amministrazione comunale si preoccupa di mantenere attivi i riflessi dei propri concittadini, ma la considerazione che ha accomunato i distratti vittime della sanzione è stata d’inganno e successivamente di rammarico e delusione nei confronti di una gestione del comune, che solo lo scorso anno si era adoperata, dopo la sua prima elezione, per trasformare in altre aree della città parcheggi a pagamento, in liberi.

Anche in questo caso, come in quello di chiusura al traffico ed al parcheggio di vie e piazze in occasione delle varie feste promosse dal comune, si sarebbe dovuto opportunamente e, aggiungiamo, sensibilmente prevedere la presenza di un gentile vigile/vigilessa sul posto, che ragguagliasse gli sprovveduti rispetto al nuovo regime di regolamentazione dei predetti spazi di sosta.

La prassi è la medesima adottata nei tempi bui dalle precedenti amministrazioni di coalizione partitica, al tempo delle quali la norma era la norma, l’autorità il deus ex machina della cosa pubblica ed i vigili ed i funzionari comunali, gli esecutori inflessibili di quanto non era assolutamente funzionale al benessere dei cittadini, almeno della loro gran parte.

Tutto cambia, perché tutto resti come prima. Ma ai perginesi, almeno a quelli multati, non sta bene. Ne prendano buona nota, là nel palazzo dove “si puote”.

 

 

Andrea Moser

 

 

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • Balle Italia
    Scritto da
    Apprendiamo dalla stampa che il “buco delle finanze” in questi ultimi due anni è cresciuto di 188 miliardi di euro, ad un ritmo di 8 mld al mese. Monti, Letta e Renzi, con toni diversi fanno le stesse cose. Infatti, l’austerity imposta agli italiani non funziona e come sa chiunque, nelle economie di capitale, dove crescere è necessario, anche se non utile alle persone, ciò significa arretrare inesorabilmente. Questa settimana abbiamo assistito all’emanazione di tre “perle” del nuovo corso governativo:
    Leggi tutto...

Redattore

Utenti online

Abbiamo 131 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto