Contenuto Principale
%PM, %23 %799 %2013

Intervista a Nicola Pontone, fondatore di Trentini in Movimento ed ex appartenente al Movimento 5 Stelle

Postato da  

Nell’imminenza delle elezioni provinciali, Pergine Vox sta contribuendo al dibattito politico in corso, dando spazio alla voce di alcuni attori della politica trentina, mediante interviste intese a fornire ai lettori ragguagli sulla loro linea di pensiero.

Interessante ci sembra offrire anche un contributo, che evidenzi il pensiero degli elettori. In particolare, di coloro tra essi che seguono la politica e lo fanno con quel senso civico e di responsabilità sociale, che dovrebbe essere patrimonio di tutti i cittadini, ma in particolare dei più sensibili ai problemi della collettività, come l’impegno politico tradizionalmente attesta per i propri protagonisti.

Ecco quindi l’intervista a Nicola Pontone, un trentenne che per il senso civico e l’entusiasmo ideale posti a disposizione della politica, rappresenta una delle testimonianze concrete di questo tempo, nel quale puri ideali e interessi venali, ad essi estranei, si fondono in un coacervo di parole e proposte politiche che il cittadino d’ogni età, sempre più occupato a risolvere i problemi del proprio quotidiano, stenta a distinguere.

Pontone non è candidato in nessuna lista elettorale ma, con la sua esperienza nel Movimento 5 Stelle, apporta la testimonianza della conoscenza di un ambito politico, sconosciuto alla maggior parte delle persone.

 

Nicola, qual’è la ragione che muove il tuo impegno politico?

Ciò che ha spronato la mia voglia di partecipare alla politica è stato il M5S. Nel 2005 seguendo il Beppe Grillo “politico”, mi sono avvicinato sempre più sino a iscrivermi ad un gruppo ispirato, o così dicono, al M5S.

Che cosa ritieni dovrebbe essere e fare la politica?

Uno strumento indispensabile per amministrare nel modo migliore e in maniera onesta le nostre “comunità” sia a livello nazionale che locale.

Che cosa ti ha attratto del M5S?

Il concetto base dello stesso M5S, cioè la partecipazione della gente alla politica come strumento di garanzia.

Che cosa del M5S non ti ha convinto?

A livello provinciale, in Trentino, ho notato la mancanza del concetto che ho precedentemente descritto, in quanto non si è persa l’abitudine alla “personalizzazione” e alla “delega” di incarichi prescritti, causando il solito presenzialismo ed opportunismo di pochi noti.

A sua volta, questa prassi ha evidenziato negativamente il lavoro svolto a livello nazionale dal M5S, perché nonostante lo staff del Movimento stesso, fosse al corrente delle molte “problematiche” presenti in loco ha comunque certificato la lista, offrendole quella legittimità che non avrebbe dovuto ottenere.

Che cosa ritieni prioritario nella prossima azione di governo provinciale? Quali sono per te i temi di maggiore rilievo?

Più che dare un ordine ed una priorità ai temi, auspico che chiunque avrà l’onere di amministrare la provincia di Trento, si ponga l’obbiettivo di far riavvicinare la gente alla politica in modo partecipativo, soprattutto per i giovani e quindi attribuire valore al senso civico, che ormai credo sia rimasto lontano dalle prassi di vita dei giorni nostri.

L’autonomia del Trentino ha senso in un contesto politico dominato dalle decisioni del governo europeo o ti appare come un tentativo di salvaguardare una specificità etnico-territoriale, priva di reali motivazioni sostenibili?

Sinceramente, non mi sento in grado di rispondere a questa domanda, poiché ritengo di non possedere sufficienti informazioni ed adeguata competenza.

Ritieni che il distacco dei cittadini dall’attenzione per la politica potrà essere colmato?

A mio parere è fondamentale provare a riavvicinare la gente alla politica. E’ un aspetto fondamentale per la nostra società. L’unica garanzia per la democraticità, può essere fornita dal contributo fattivo della gente e per riuscire nello scopo bisognerebbe entrare nelle scuole con l’educazione civica. Potrebbe essere un processo lungo, ma che potrà dare i propri frutti.

Grazie Nicola e buon voto.

 

Cinzia Albertini

1 commento

  • Link al commento Gino %AM, %26 %112 %2013 %03:%Ott inviato da Gino

    terzo articolo in una pagina dove si denigra il M5S.. forse siete un pò fissati?
    "nell’imminenza delle elezioni provinciali, Pergine Vox sta contribuendo al dibattito politico"
    secondo voi questo è contribuire?
    vediamo se pubblicate i miei commenti o se decidete di censurarli

Lascia un commento

La redazione si riserva la facoltà d i pubblicare o meno i commenti inviati

Ricerca / Colonna destra

Notizie Random

  • Auguri per il nuovo anno
    Scritto da
    Le crisi politiche che si sono sviluppate sullo scacchiere internazionale nel corso del 2014, saranno certamente foriere di nuove complicazioni per il 2015. Non è una profezia, né un’ approfondita analisi della situazione politica internazionale che induce ad affermarlo, ma l’avveduta constatazione dei fatti.
    Leggi tutto...

Redattore

Utenti online

Abbiamo 110 visitatori e nessun utente online

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il pulsante qui sotto